Dietro le quinte della Gelateria Bandirali

Il 2012 è stato un anno fortunato per me: fotografie d’autore, una fornitura di Moleskine e un braccialetto di Jelanie sono entrati in mio possesso semplicemente per aver partecipato ad alcuni giveaway online.
Ma il più meraviglioso colpo di fortuna è l’essere stata selezionata per visitare il laboratorio della gelateria Bandirali.
Questa gelateria è un’istituzione nella mia città e non solo! Basta dare un’occhiata alle recensioni entusiastiche su Tripadvisor per rendersi conto del livello delle sue creme; spesso, poi, bisogna fare lunghe code al banco o sgomitare in sala per accaparrarsi un tavolo, ma vi assicuro che ne vale la pena.

Grazie al concorso organizzato sulla pagina Facebook della gelateria, amministrata da Amedeo e Valentina, ho avuto l’opportunità di visitare il laboratorio dove tra materie prime di qualità, spatole e macchinari si crea la magia! Mauro Bandirali, attuale gestore della gelateria, non solo ci ha spiegato come si produce il gelato ma ci ha anche raccontato la storia di questo locale, nato come semplice trattoria negli anni ’50 e ora diventata una rinomata gelateria.

E poi, a fine tour, la ciliegina finale sulla torta (o forse è meglio dire la spolverata di cacao sulla panna montata ?!): ognuno di noi ha ricevuto in regalo una vaschetta da 1 kg con i propri gusti preferiti! La mia era ovviamente un delizioso tripudio di creme: Kinder, Nutella, pistacchio e stracciatella.

Quindi se passate nei dintorni di Crema, non mancate di fare un salto alla gelateria Bandirali in via Piacenza 93.